Outro Purgatorio Lyrics – Tedua

Italian 111 June 2, 2023
Outro Purgatorio Lyrics Tedua from La Divina Commedia (2023) album. The music is produced by Chris Nolan, while lyrics are written by Tedua, Chris Nolan, Dibla, and Michele Bargigia. The music track was released on June 2, 2023.

Outro Purgatorio Lyrics

[Intro: Tedua]
(Lasciatemi fare, ah) (Tedua)
(Purgatorio, è l'outro)
(Il flow è forte come non l'avresti detto mai)
(Non è la fine) (Tedua)
(2023, Wild Bandana, uh)
(A tutti i miei fratelli) (Tedua)

[Strofa: Tedua]
Ero un bambino al terzo anello di San Siro
Ronaldo col ginocchio rotto e il mondo in sconforto
Ho avuto paura anch'io per il talento mio
Però questo è il mio ritorno
La mente che sussurra mentre l'anima ti urla
Luce della ragione accendi questa depressione buia
Una volta in mezzo al caos non c'era il TAO
Non c'era nulla
Ma solo il blocco della scrittura (Ah, Tedua)
Mia madre piange mentre vede gli esami del sangue
La tengo forte, l'abbraccio, la faccio sentire importante
Ora che sono grande ancora sono tante (Uh)
Le domande che ho da farle
Vorrei starle più vicino, ero distante
Superiamo questo inferno come Dante, ah
Troppe cose, troppe cose che non vanno bene (No)
Ogni volta, ogni volta che ti conviene (Tu)
Mi succhi via le mia energia solare e fuggi via
La funivia mi porterà giù a valle
Perdo la fidanzata, però piango una giornata
Mi ha tradito, mi fa schifo immaginarla in quella stanza
L'amore per me è stima perché la bellezza stanca
Ma tu sei una bambina ed io, ed io ti ho perdonata
Sono empatico e sensibile
Puoi vivere il diritto di capire col dovere di non fingere
E non è masochismo, amo quando sei sincera
Dopo che mi hai mentito perché abbattiamo l'egoismo
Io non la idealizzo più una persona (No)
Nel colpo di fulmine che t'impressiona
Quello che di te non mi piace è quello
Che non ho capito di me
È così che funziona
Le persone presuntuose pensan di capirti in poche ore
Pensano di averti letto come i libri delle scuole
Poi rimangono stupiti (Uh) se gli dai una delusione
Poi rimangono feriti (Uh) perché portano rancore
Io non mi aspetto nulla, dò rispetto e la fiducia
I miei migliori amici sono la mia fortuna
So di non capirli fino in fondo
Li scopro giorno per giorno ed è questo che mi culla
È lodevole, vedo le cose in modo migliore
Ero colpevole, devo le scuse, hai ragione (Uh)
Ero il debole, tegole impigliano l'aquilone
Che si arrende tra le antenne della televisione
Mentalità perdente che ti rende sufficiente
Non sei cambiato in niente e ti lamenti sempre
Non sopporto più la gente
Che dà le colpe agli altri e non ricorda le sue scelte
Si fa di coca ai party, poi mi asciuga inutilmente
Mente mentre noi eravamo coscienti di essere incoscienti (Tedua)
Ragazzi veri da quartieri genovesi
In dieci contro venti, in venti contro uno
Non prendevo a calci qualcuno (Cogo)
Pochi provano ad auto-psicanalizzarsi
Molti altri ad anestetizzarsi (Ehi)
In quella piazza ho visto laureati parlar di politica
Storia e finanza con dei portuali (E poi?)
Ho visto il bullismo, il classismo
Il sessismo, il razzismo
Hanno soltanto aggiunto un filtro
Nell'ipocrisia dei social mentre fai le foto al culo
E il tuo ragazzo insicuro ti sta dando della troia
Il mio vissuto è nel tessuto della strada (Oh)
Lei mi sposa perché in prosa io l'ho sempre romanzata
Non posso che avere l'orgoglio di essere ascoltato in ogni quartiere d'Italia
Mi scuso per quando ho frenato arrabbiato
E l'ho fatta (Ehi) scendere dall'auto strafatta
Ti ho detto: "Esci di casa", ma pioveva ed era notte tarda
Tu piangevi sola a piedi in para per la 90 (Oh)
Tornavo disperato a prenderti per darti un passaggio
Anche ferendomi, rendendomi un bastardo
Non ho saputo arrendermi, ti avrei voluta al mio fianco
Ti avrei lasciato l'ultima scialuppa di salvataggio
Scusa ancora se ti ho lasciato deluso
Quando perdevi casa, la moglie e la figlia (Com'è?)
Ma a me sembrava di parlare col muro
E questo disco mi ha occupato tre anni di vita (Però)
Ti voglio bene e l'imbarazzo di parlarsi preme
Mentre viene a galla ogni ricordo
Lascia in pancia un mare moto come a Cogo' in quella foto
Pregiudicati con i calli sulle mani per il lavoro sporco
La mia collana ha il gancio rotto e non l'ho riparata
Per ricordarmi di quel giorno che ti ho spinta e l'hai afferrata
Sul tuo corpo mani al collo solo per fare del sesso
Perché non sarò manesco con la fidanzata
Scusami e curami da ogni senso di colpa (Fuori)
Sto vicino al paradiso, ormai vedo la porta (Vai)
Sono riuscito a diventare un'altra persona
Una migliore senza perdere la stoffa
Perché son ricco, faccio parte di un élite
Eri lì prima che diventassi un VIP e scappassi via di qui
Mi riguardo sopra Noisey, sono cresciuto un casino
Rimanendo del popolo proprio come il figlio di Dio, Tedua

[Outro: Tedua]
Perché c'è chi artista lo fa, c'è chi artista lo è
L'attesa in Purgatorio ci ha stremati, ma
Siete cresciuti e io sono cresciuto con voi
Grazie per la fiducia, ora mi spetta il Paradiso

Submitted by  Rollteam

**Outro Purgatorio by Tedua songtext is informational and provided for educational purposes only. No representation or warranty is given as to their content. The user assumes all risks of use. LyricsRoll takes no responsibility for any loss or damage caused by such use. All content and videos related to "Outro Purgatorio" Song are the property and copyright of their owners.

FAQs & Knowledge

Who is the singer of "Outro Purgatorio" song?

"Outro Purgatorio" song is sung by Tedua.

Who is the lyrics writer of "Outro Purgatorio" song?

"Outro Purgatorio" song lyrics written by Tedua, Chris Nolan, Dibla & Michele Bargigia.

Who is the music producer of "Outro Purgatorio" song?

"Outro Purgatorio" song music composed & produced by Chris Nolan.

When was "Outro Purgatorio" song released?

"Outro Purgatorio" song was released on June 2, 2023.